Archivi tag: turismo in Sicilia

Lettera aperta al Presidente Lombardo e all’Assessore al Turismo Bufardeci.

Caro Presidente,

Caro Assessore,

vi scrivo per confidarvi un mio problema personale.

Sto organizzando una settimana di vacanze per me e la mia fidanzata.

Voi direte: “e chi se ne frega!”. E invece è meglio che prestiate attenzione perchè il problema vi riguarda e dovreste metterlo in agenda al più presto possibile.

L’antefatto: io vivo in Sicilia, precisamente a Mirabella Imbaccari. Dato che vivo in un’isola al centro del Mediterraneo, che gode di un clima stupendo e circondata da spiagge bellissime, ho pensato di trascorrere le vacanze nella mia terra.

Tralascio le motivazioni patriottiche e ambientali (stimolare l’economia locale ed evitare emissioni inquinanti) e mi soffermo su quelle economiche.

Stringendo: a me siciliano, non conviene trascorrere le vacanze in Sicilia!

A parte il camping (che a me non interessa), qualsiasi combinazione villaggio turistico/hotel, per una settimana e due persone + viaggio in macchina, in Sicilia, mi costa di piu che andarmene in qualsiasi destinazione del Mediterraneo.

Ad un catanese conviene di più prendere l’aereo per le Baleari che andarsene a Giardini Naxos.

Marina di Ragusa costa più di Rhodos (che vale il viaggio solo per…ci siamo intesi!)

Come me, tanti siciliani trascorreranno le vacanze fuori dalla Sicilia solo per una questione economica.

E tanti “non siciliani”, preferiranno altre destinazioni piuttosto che la nostra terra per le loro vacanze.

Il turista moderno, anche il più benestante, fa sempre un’analisi del rapporto qualità/prezzo: se pago lusso, pretendo lusso!

Purtroppo qui si è radicata la mentalità del “mordi e fuggi”, dello spennare il turista che non tornerà più.

E questo è davvero un peccato, visto che la Sicilia permetterebbe un turismo “marittimo” per almeno 3 mesi all’anno (mentre adesso siamo a 6 settimane), per non parlare del resto.

E come ben sapete, il turista oltre a dormire, mangia, beve, esce, compra regali, e quando torna a casa, cerca il tale vino o formaggio che ha assaggiato durante le vacanze…

Ora, se veramente avete intenzione di sollevare l’economia siciliana, creare posti di lavoro e sviluppo, datevi una mossa: utilizzate gli strumenti che avete e la “moral suasion” per mettere in riga i nostri operatori turistici.

Un miglio rapporto qualità prezzo si ottiene abbassando il prezzo e alzando la qualità, che non deve essere solo quella della struttura ricettiva, ma parte dal parcheggiatore abusivo o dallo scippatore impunito, per finire alla fruibilità del nostro patrimonio artistico.

Nell’augurarvi buon lavoro, preparo le valigie per la Calabria!