Archivi categoria: Senza Categoria

Il voto di coscienza

Cari Lettori,

ecco come si vincono (o perdono) le elezioni in Sicilia.

A saperlo prima…

Servizio su La7

Grazie di cuore!

Cari Elettori, Grillini e SImpatizzanti,

le urne hanno dato il loro responso e la prima considerazione che si può fare è che non abbiamo superato lo sbarramento e che la Sicilia, nonchè l’Italia, è tornata in mano a Berlusconi e i suoi alleati-sudditi.

Ma c’è un aspetto molto positivo che ci rincuora: una formazione giovane, senza strutture ramificate sul territorio, senza mezzi economici, senza clientele, senza l’appoggio di poteri forti e/o occulti, ha raccolto bei consensi, superando persino una formazione come la Destra, forte di una storia, organizzazione e presenza sul territorio e sui media di gran lunga superiore alla nostra.

Consensi che sono il frutto di una scelta libera e consapevole, di chi chiede di essere rappresentato da persone oneste, innovative e slegate dalla logica del clientelismo e del malaffare.

Le battaglie elettorali si possono perdere, ma le battaglie delle idee, se queste sono giuste, alla lunga si vincono sempre.

E da oggi si continuerà con un operato propositivo, con idee che superino gli sbarramenti partitici, con azioni sul territorio che diano coscienza al popolo siciliano.

Questo blog rimarrà a vostra disposizione e ogni vostra idea è benvenuta.

Noi crediamo nell’intelligenza collettiva che abbatte le barriere e supera ogni ostacolo.

E se ci credete anche voi, unitevi alla nostra allegra macchina da guerra 😉

Il voto utile

Cari Elettori,

è giunto il giorno della verità e ognuno di voi esprimerà il proprio consenso.

Vorrei riprendere una metafora di Stefano Montanari riguardante il cosidetto “voto utile”.

L’Italia è un paziente e i politici sono il medico.

A questo paziente viene somministrata una cura da anni, ma il paziente non solo non migliora, ma il suo stato di salute peggiora progressivamente.

Logica vuole che forse sarebbe il caso di rivedere o cambiare la terapia.

E se ci accorgiamo che è proprio la terapia a fare danno e il medico insiste, è forse il caso di cambiare il medico.

Invece i nostri politici ci hanno convinti che la laurea in medicina ce l’hanno solo loro e che il nostro peggioramento è soltanto frutto della nostra immaginazione.

Buon voto!

Riduzione dei costi della politica e del costo della burocrazia regionale

Cari Elettori,

un punto cardine della nostra campagna elettorale è quello della riduzione dei costi della politica e dei costi della burocrazia regionale.

Innanzitutto bisogna informare chiaramente i cittadini di quali cifre stiamo parlando: lo stipendio del deputato regionale è equiparato a quello dei senatori; esiste un rimborso per i gruppi parlamentari pari a 6700 Euro per ogni iscritto; benefit che vanno dall’auto blu al parrucchiere gratis.

Che lo stipendio di un deputato debba essere adeguato alla sua funzione è fuor di dubbio.

Qui bisogna fare una proposta concreta e condivisa da tutte le forze politiche.

La mia opinione è che con 6000 Euro “all inclusive” si possa vivere più che dignitosamente.

Un altro punto da analizzare è quello dei cosidetti “enti inutili”: una volta insediato il nuovo parlamento, bisognerebbe pretendere un rapporto dettagliato di tutti questi enti: qual’è la loro funzione, utilità, costi.

Una volta individuati i rami secchi, procedere senza indugi a tagli e accorpamenti, con l’eliminazione di centinaia di cariche dirigenziali che sono solamente uno spreco di danaro pubblico diretto ai soliti noti e che viene sottratto alla collettività.

Per finire, una misura per diminuire il costo del personale della Regione: Istituzione del „conto ore“.

Se la settimana lavorativa è di 40 ore, le ore lavorate in più non verranno retribuite come straordinario, ma messe in questo conto, dal quale l’impiegato potrà attingere in periodo di più scarso lavoro o per fini privati.
In tal modo si avranno meno costi, più flessibilità e alla lunga uno staff più produttivo e meno incline alla malattia, poichè ha più occasioni per rigenerarsi.

Inoltre, si può verificare se sia possibile la riduzione volontaria delle ore lavorate: immaginiamo la combinazione di marito e moglie che lavorano full time, dove un partner potrebbe lavorare solo 4 ore al giorno e dedicare più tempo alla famiglia.

Tutta o gran parte della somma risparmiata dovrebbe essere messa in un fondo vincolato per investimenti, dove tutti i movimenti debbano essere tracciabili su internet.

Lombardosi

Cari lettori,

purtroppo in Sicilia si sta diffondendo una patologia molto insidiosa: la Lombardosi.

I sintomi all’inizio non destano allarme, poichè l’agente patogeno penetra all’interno del corpo della vittima in maniera graduale, ma una volta stabilizzatosi, costringe le vittime a piegare la schiena a 90° e a mantenere questa postura vita natural durante.

Ci sono dei casi particolarmente gravi, dove le vittime si piegano ancor prima di venire in contatto con l’agente patogeno.

Questa sintomaticità preventiva è un fenomeno preelettorale particolarmente frequente in persone con poca fiducia in se stessi e nel proprio futuro.

Ma adesso c’è una cura approvata dalla FDA che entro il 13 e 14 Aprile 2008, dovrebbe guarire almeno il 5% della popolazione siciliana.

Per maggiori informazioni, guardate il video!

A grande richiesta, la versione per cellulare, da scambiare via Bluetooth o MMS

Il carico da 11

Cari Grillini,

non prendete impegni per il prossimo fine settimana: Domenica 30 Marzo, alle ore 21, a Catania in Piazza Dante (presso i Benedettini), ci sarà l’evento clou della campagna elettorale degli amici di Beppe Grillo: il comizio del candidato presidente Sonia Alfano con la partecipazione straordinaria di Beppe Grillo.

Potrete godere del comizio più divertente che avete mai visto in un’atmosfera da concerto rock.

Da Caltagirone stanno partendo diversi autobus e se volete aggregarvi, potete contattare la redazione.

Per ulteriori informazioni:

www.soniapresidente.net

www.blochincuius.com

Le date del Tour sono:

29 marzo h 17: Caltanissetta, piazza Garibaldi

29 sera: Palermo, giardino inglese

30 pomeriggio: Messina

30 sera: Catania

Della campagna elettorale

Cari Grillini,

la campagna elettorale procede spedita con un trend crescente.

Parlando con la gente, ci si confronta con aspettative, domande, richieste e spesso capitano episodi che lasciano basiti: amici che non possono votarti perchè devono fare la foto del voto con il cellulare craccato (con lo scatto silenzioso), altri che chiedono senza mezzi termini un posto di lavoro o i biglietti per il teatro o per lo stadio.

Tutto ciò fa parte del gioco, ma per chi vuol fare una politica onesta e costruttiva, queste sono delle pugnalate allo stomaco.

Quindi, a scanso di equivoci: chi vota la lista “Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano Presidente”, lo fa proprio perchè è contro questo sistema. Chi cerca promesse e prebende varie, può rivolgersi altrove. Ma sappi che ogni politico potrà concedere durante la sua carriera circa un posto all’anno, di cui 3 precari. I richiedenti sono migliaia, quindi buona fortuna!

Ma andiamo oltre: un’altra delle domande più frequenti poste a noi grillini è: “dove sono i vostri manifesti?”

Siamo in attesa di autorizzazioni per affiggere i manifesti negli appositi spazi previsti dalla legge. Noi crediamo che un politico o rappresentante del popolo debba innanzitutto dare un buon esempio di senso civico e rispetto delle leggi.

Come si può dire di avere la Sicilia negli occhi e nel cuore e poi tapezzare il tapezzabile con la propria effigie?

Come si può parlare di rinnovamento e rettitudine se poi imbratto palazzi, mura, cassonetti?

È questo l’amore per la propria terra, il rispetto dell’ambiente e del decoro pubblico?

Meno male che l’amore è profondo e incondizionato, altrimenti…

Purtroppo c’è ancora chi premia questi comportamenti, con la complicità delle forze dell’ordine che chiudono 2 occhi e non applicano le leggi vigenti.

L’unica eccezione (parere strettamente personale): il manifesto della Santanchè. La sua immagine evocante un’abbandono post-orgasmico, dona una nota di sensualità e bellezza al grigiore delle nostre città. Un complimento sincero agli amici de “La Destra”!

Per concludere, c’è un aspetto su cui vi chiedo di ragionare: il costo di una campagna elettorale.

Limitiamo la nostra analisi solo al settore manifesti e tralasciamo volutamente cene, feste, mangiate e regalìe.

Sappiamo che una carica politica può far gola non solo per il prestigio che essa comporta, ma anche per dei benefici economici. Come sapete, lo stipendio dei deputati ARS è equiparato a quello dei senatori ed è il più alto al mondo (a parità di carica): circa 18.000 Euro al mese.

Ogni teoria economica dice che un investimento ha senso se posso ricavarne un profitto: se investo 100, devo ottenere almeno 100 + il tasso di sconto + il premio per il rischio.

Leggete questo listino prezzi per le affissioni. Avete visto bene: in una città come Catania, 35 Poster 3 x 6 costano 72.000 Euro per 14 giorni. Solo una città!

Giusto per non fare nomi ma solo cognomi, prendiamo i casi di Pogliese (PDL) e Di Guardo (PD), che sono partiti un mese fa con una campagna massiccia e onnipresente.

Quanto avranno speso?

A che pro?

Vi suona una campanella di allarme?