Hypermiling: l’arte del risparmiare carburante

Il nuovo trend americano si chiama “Hypermiling”: non si tratta di tamarrizzare le proprie auto in stile “Pimp my Ride”, ma abbassare al massimo il consumo di carburante.

Questa moda arriverà anche da noi?

Cari Bloggers,

storicamente gli USA sono stati il Paese delle automobili esagerate: cilindrate al di sotto dei 4 litri venivano considerate utilitarie e consumi di oltre 30 litri per 100 Km non spaventavano nessuno, poichè il prezzo della benzina è stato per anni inferiore a quello dell’acqua.

Ma i tempi sono cambiati e adesso anche gli americani risentono del caro-petrolio, che assieme al caro-mutuo, sta mettendo in ginocchio l’economia di molte famiglie.

Tutti questi fattori, uniti ad una riscoperta sensibilità ambientale, hanno dato origine ad un vero e proprio sport nazionale, con tanto di gare e competizioni: l’Hypermiling, dove vince chi consuma meno.

Il trucco: ottimizzare al massimo il veicolo e lo stile di guida. Seguendo delle semplici regole, si può risparmiare tranquillamente il 20%, dall’oggi al domani.

  1. Controllare il proprio consumo: il metodo più preciso, se non si dispone di un computer di bordo, è fare il pieno, azzerare il contachilometri, consumare la benzina nel serbatoio e rifare il pieno. Dividete il numero dei km percorsi per i litri consumati e quello sarà il vostro consumo medio. Adesso la sfida è abbassare questo numero!
  2. Ottimizzare il veicolo: portate la pressione delle gomme al valore massimo consentito. Eliminate barre portapacchi e altri orpelli che potrebbero inficiare l’aerodinamica. Liberatevi da pesi inutili (servono davvero le catene da neve a giugno?). Utilizzate lubrificanti a bassa viscosità
  3. Cambiate stile di guida: la guida agressiva è la madre del consumo elevato. Evitate accelerazioni fulminanti e frenate repentine. Fluite dolcemente nel traffico e lasciate abbastanza spazio tra voi e chi vi precede. Evitate di frenare e usate al massimo il freno-motore. Se c’è il rosso o una curva, togliete il piede dall’acceleratore e rallentate dolcemente: alla fine dovreste frenare comunque! Saltate le marce se la strada e le condizioni di carico della vettura lo consentono: passate direttamente dalla 3a alla 5a. Se siete in discesa, non accelerate immediatamente in partenza, ma lasciate che la forza di gravità vi dia una “spinta”. Sfruttate la scia di chi vi precede, trovando un giusto equilibrio tra efficienza aerodinamica e distanza di sicurezza; i veicoli alti (camion, fuoristrada) sono degli ottimi “paravento”.
  4. Il consiglio dei campioni di Hypermiling: guidare come se guidaste una bicicletta.

E quale miglior sistema per imparare se non… guidare una bicicletta?

Annunci

7 risposte a “Hypermiling: l’arte del risparmiare carburante

  1. Mi sono informato sull’argomento e giocoforza mi sto adeguando. Risparmiare il 20% all’anno significa per me almeno 500 €. Pensiamo a chi con i mezzi ci lavora!

  2. Ho fatto un esperimento e ho misurato con il computer di bordo. Sono riuscito ad abbassare la media da 7,3 a 6,5. Il tutto a parità di percorso e condizioni analoghe! Ti devo una cena!

  3. Grazie delle informazioni. In realtà metto già in pratica alcuni dei consigli elencati, ma quello del punto 1 è abbastanza improponibile nel mio caso, perché viaggio quasi sempre in riserva e un pieno, al giorno d’oggi, mi costerebbe circa 100 euro! Ad ogni modo mi ritengo abbastanza fortunato, dato che percorro mediamente 20 KM al giorno.

    Ciao

  4. 200.000 lire per un pieno…Non c’è altro da aggiungere!

  5. A quella lista di raccomandazioni io ne aggiungerei un’altra: non tenere i fari accesi durante il giorno, soprattutto d’estate! Siamo o no il Paese del Sole? Bisognerebbe fare disobbedienza civile e far capire alla gente che, da noi, i fari accesi di giorno non servono a niente!

    Ciao

  6. Bel post, complimenti. Vedo che anche i siti che segui e gli argomenti che tratti sono simili a quelli che tratto io nel mio blog – chissà che a forza di bloggare non cambiamo qualche coscienza!

  7. L’indirizzo del mio blog è il link sul mio nome in questo post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...