Malarazza

Cari Lettori,

oggi vorrei usare questo spazio per una riflessione personale.

Questo post doveva essere dedicato al campionato di calcio, che per me si è chiuso nel migliore dei modi (in quanto tifoso e simpatizzante di Inter e Catania) e sui vantaggi economici che può comportare avere una squadra di calcio nella massima serie.

Il mio ragionamento partiva da una premessa: il rispetto reciproco tra le tifoserie, che dovrebbe sfociare in un gemellaggio universale: tifosi che accolgono tifosi, gareggiando in ospitalità e non in ostilità.

Chi attraverserà il confine italico, potrebbe persino essere ospitato da una famiglia svizzera o austriaca in occasione dei prossimi europei di calcio (vedi http://www.sleep-in.ch).

Ma purtroppo sono dovuto tornare alla realtà quando la tifoseria del Catania si è ritrovata in massa a festeggiare in Piazza Europa e gli unici messaggi condivisi universalmente erano contro le forze dell’ordine e contro i palermitani.

Ma il mio umore era ancora positivo, anche perchè entro poche ore avrei incontrato un mio cliente tedesco, che per caso si trovava a Catania.

Questo cliente, un noto avvocato di Stoccarda, è in giro per il mediterraneo con la sua barca, con moglie e amici.

Un’ora prima dell’appuntamento mi chiama per confermare l’orario e mi dice che si trova nei pressi di Porta Garibaldi. Lo avviso di stare attento che quella zona non è delle più sicure, ma confidavo nel fatto che i ladri dovevano essere tutti a festeggiare il Catania.

Dopo mezz’ora mi richiama: pochi minuti dopo la nostra conversazione, sono stati derubati di tutto, compreso documenti, telefoni, telecamera.

La sera andiamo a sporgere denuncia alla questura e troviamo 2 giapponesi e una coppia di olandesi.

Tutti scippati. Stessa dinamica. Stessa zona. Stessa banda.

La polizia se ne esce con le solite giustificazioni: “noi li prendiamo e dopo 2 ore sono fuori”.

La scusa non regge: a New York, dove il livello di criminalità era molto superiore a Catania o Napoli, hanno risolto il problema mettendo i poliziotti proprio lì dove avvengono i crimini.

Da che mondo è mondo, prevenire è meglio che curare. Ma evidentemente è più comodo pattugliare Via Etnea che disturbare i “lavori” a San Cristoforo; fare scena con i venditori di borsette o CD taroccati è evidentemente prioritario rispetto a scippi e rapine.

Il danno per la nostra collettività è incalcolabile: il turista che racconterà delle sue vacanze, dovrà per forza raccontare della sua disavventura. E difficilmente consiglierà questa destinazione.

Ma noi non ce ne rendiamo conto e uno dopo l’altro, dissuadiamo chi ama la nostra terra a venirci a visitare.

Ogni scippo corrisponde ad un numero imprecisato di viaggi, pasti al ristorante, shopping, nottate in albergo, visite ai musei in meno, ed in definitiva, a posti di lavoro che perdiamo.

Per sempre.

Non credo più alla motivazione sociale ed economica (“rubo per mangiare”) di questa gente.

Adesso chi delinque, ostenta la propria ricchezza.

Se quello che è un motivo di vergogna, diventa motivo di orgoglio, è finita.

E in cuor mio dico: “è finita!”

Annunci

13 risposte a “Malarazza

  1. Condivido perfettamente la tua amarezza, caro Blochin. Anch’io provo disgusto a tutto questo, ma quello che mi disgusta di piú é l’atteggiamento rassegnato e la totale indiferenza delle forze dell’ordine; come pure i sorrisi beffardi degli imbecilli verso le vittime di queste disaventure.

  2. Eppure basterebbe mettere 10 agenti in divisa nei punti strategici per dissuadere!

    Invece i vigili vigilano al bar!

    Catania è tornata agli anni bui, anche perchè hanno spento le luci persino nel centro storico!

  3. Purtroppo Catania non è mai arrivata agli anni di “luce”, cioè non c’è mai stato veramente un cambiamento ideologico e di comportamento tale che si può parlare di ritorno al passato.
    La politica ha fatto e male il suo lavoro e i risultati sono sempre più evidenti.

  4. Catania aveva visto un pò di lustro con Bianco, ma la giunta Scapagnini è stata un disastro. Ma questi perseverano e torneranno al potere, perchè hanno un sistema di corruzione troppo efficiente. W la Mafia!!

  5. La Sicilia è una terra straordinaria, un museo a celo aperto. Visitarla, è come sfogliare le pagine delle enciclopedie più belle mai rilegate.

    I siciliani… tanta brava gente e qualche delinquente.

    Blochin, quello che è successo al tuo collega tedesco, è assolutamente da condannare ( la criminalità non ha giustificazione) ma bisogna dire che questi episodi non accadono solo a Catania. Mio zio, a Stoccarda, ha subito una truffa da 4 mila€, ma lui continua a non considerare tutti gli abitanti di Stoccarda dei truffatori. Invece il tuo collega tedesco, conoscendo il loro modo di pensare, adesso considera tutti i catanesi e i siciliani, oltre che mafiosi, anche dei luridi ladri.

    Purtroppo… tutto il mondo è un paese. Gli onesti e i disonesti sono dappertutto.

  6. Fortunatamente questi non sono tedeschi da “Bild-Zeitung” ma gente di cultura che ama l’Italia.
    In passato sono stati derubati anche a Roma e Napoli, quindi ormai sono recidivi 😉
    Il problema è grave perchè oramai la situazione è fuori controllo e le forze dell’ordine non agiscono sul territorio nelle zone “calde”.
    In questura mi hanno confermato che in un giorno sono state denunciate 12 rapine in un’area di 50 metri, strategica per i ladri. Non basterebbe piazzare li 6 vigili, invece che tenere occupati gli uffici?

    Catania ha 600 vigili urbani + polizia + carabinieri + polizia provinciale + carabinieri + finanza.

    In questo momento in cui ti scrivo, 30 pattuglie sono dislocate da Aiello, Scardaci, Magrì, Etoile.

    Sono dei Bar che fanno delle ottime colazioni!

  7. Io vorrei solo fare qualche osservazione. Ma avete visto il vigile urbano a Catania? Nel senso, secondo voi hanno i requisiti fisici per poter compiere questo lavoro? Quando hanno fatto il concorso, come hanno fatto ad essere assunti? E se sono entrati attraverso raccomandazione, secondo voi hanno tutta questa volontà di lavorare?

    Il problema è di fondo. Gente che non ha i requisiti per poter fare il vigile, che non spaventa nemmeno i propri figli quando rubano la marmellata, come può intimorire un delinquente?

    E’ normale che preferiscono chiudere gli occhi ed andare al bar.

  8. Dove oltretutto fanno delle ottime colazioni: vuoi mettere un panzerotto alla cioccolata da Aiello con un inseguimento in via Plebiscito?

    Cmq il problema è un altro: anche se sei entrato con la raccomandazione, non devi stare al semaforo a guardare scorrere le macchine (ci pensa il semaforo a regolare il traffico). Fai multe a tempesta ai pirati della strada, vai in massa a far sentire la tua presenza la dove serve e non la dove è comodo.
    L’altro giorno 4 vigili sono stati malmentati da commercianti abusivi e si lamentavano che sono stretti di organico. E gli altri 596 vigili dove erano?

  9. Ed è proprio su questi aspetti che dovrebbe intervenire Renato Brunetta con i suoi provvedimenti contro i fannuloni, i governi possono approvare tutti le leggi sulla sicurezza che vogliono, ma se poi non ci sono i tutori della legge che la fa rispettare non si ha nessun effetto.

    E poi finiamola di fare tagli verso le forze dell’ordine nessuno rischierà la vita per una manciata di pane.

    http://www.giuseppegiustolisi.com

  10. Dovremmo essere noi cittadini a denunciare questi fannulloni. Chi non è capace, chi ha paura e chi non vuole rischiare la pelle per una mangiata di pane, vada a cercarsi un’altra occupazione.
    Anche su questo fronte il governo deve darsi una mossa.

  11. Io mi occupo di controllo di gestione.
    La questione fannulloni è particolare.
    Perchè la base è l’organizzazione e la distribuzione delle attività.
    Per me resta basilare il fatto che i vigili non hanno autorità.
    Nessuno picchia un militare, tutti si sentono autorizzati a picchiare un vigile, un poliziotto o un carabiniere. Perchè ve lo siete mai chiesti?
    Le leggi fatte dai politici tutelano i criminali.

  12. Però visto che la legge è quello che è, usiamo le armi che abbiamo: se uno scippatore vede un viglile o un poliziotto, gli ride in faccia. Se ne vede 10, il sorriso gli comincia a passare.

  13. Pingback: Criminali-Vittime 2-0 e palla al centro! « Blochin Cuius

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...