Energia dalle correnti del mare

Cari Elettori,

un altro settore dove la Sicilia può primeggiare è quello della produzione di energia sfruttando le correnti del mare.

Esistono diversi studi e proposte valide fatte da esperti siciliani, ma mentre qui ci si limita a fare conferenze, in Scozia, un  gruppo di imprese tra cui figura anche General Electric, sta già sperimentando con successo le turbine che raccolgono l’energia delle onde.

Il principio è abbastanza semplice: delle “salsiccie” galleggianti vengono ancorate in serie e sospese a pelo d’acqua; il moto ondoso che le attraversa attiva le turbine che generano elettricità.

L’azienda leader nel settore è la Pelamis che sta installando diverse centrali anche in Sud Europa (2.25 MW in Portogallo).

Qui si possono sfruttare i fondi europei, nonchè i famosi fondi CIP 6 che fino adesso sono stati carpiti da chi non ha prodotto energia da fonti rinnovabili, truffando la collettività.

Dal 92 fino ad oggi, oltre 50 miliardi di Euro (detti anche 100 mila miliardi delle vecchie Lire)

Annunci

3 risposte a “Energia dalle correnti del mare

  1. Giuseppe Giustolisi

    Complimenti per la tua campagna elettorale, sai ricordo quando alle Amministrative mi ponesti 10 domande, come cambiare Mirabella, bene oggi mi rendo conto che feci una pessima figura, farò tesoro di questo modo di programmare il futuro, anche se ripeto, si debba come prima cosa cambiare l’aspetto sociale e culturale dei cittadini, poi sarà possibile realizzare gran parte di questi progetti, con gli uomini giusti s’intende. Ti auguro tutta la fortuna possibile.
    Hai visto la bella notizia?
    Molti studiosi affermano che essendo i candidati alla regione sia Lombardo che Finocchiaro, sulla carte i più accreditati alla vittoria, candidati anche al parlamento nazionale, se non dovessero optare, cosa probabile, per il parlamento regionale, il seggio andrà al terzo candidato alla regione.
    Cioè al candidato alla presidenza che prenderà più voti dopo i primi due.
    Questo significherebbe che la vostra lista potrebbe avere il deputato anche non ottenendo il 5% dei consensi.
    Ah…, ma non potevi candidarti a Predidente?!
    Ciao Blochin e buona conclusione di campagna elettorale.

    http://www.giuseppegiustolisi.com

  2. L’importante è che i politici si sveglino e capiscano che oltre agli intrighi di segreteria e di cortile, ci sono delle cose concrete da fare.

    Mettendo tutto sul web, faccio indirettamente delle promesse di cui un giorno dovrò dare conto.

    E lo scritto, a differenza delle parole, rimane a imperitura memoria.

    A tutti i concorrenti che leggete: potete copiare tranquillamente. Se realizzate veramente anche il 10% di quello che c’è scritto qui, avreste fatto del bene alla Sicilia.

    Invece vorrei porgere una domanda a chi ne capisce più di me. C’è un politico che nella sezione politica giovanile ha messo questa frase:

    I giovani siciliani – oltre 1 milione di ragazzi e ragazze-sono la massima forza biologica ed emotiva dell’Isola, il potenziale unico di rinascimento morale, culturale, civico, economico e politico.

    Le nuove generazioni siciliane: oltre un milione da zero a 35 anni, oltre settecentomila tra 15 e 35 anni, di cui circa centottantamila studenti universitari.”

    Cosa vuol dire?

    Per quanto riguarda l’eventualità di un abbandono della carica di presidente, prevedo che uno prenderà il posto come paracadute, l’altro “ripiegherebbe” su Roma solo in caso di necessità.

    Ossìa immunità parlamentare 😉

    Caro Giuseppe, ti ringrazio per la pubblica dimostrazione di stima. Molte persone dalla mentalità arretrata trasformano le campagne elettorali in faide familiari dove è vietato parlare al nemico.

    Colgo l’occasione per salutare gli amici dell’MPA di Caltagirone che sabato scorso ci hanno offerto il caffè e l’acqua durante il nostro volantinaggio.

    Amici che sono stati in seguito cazziati dai capi, giusto per dimostrare che la Sicilia ha ancora 50 anni da recuperare!

  3. giuseppe giustolisi

    Caro Blochin,

    molti politici, mi ci metto anch’io, parliamo di slogan e non di politica, tutti indistintamente parliamo di cambiamento, tu sei uno dei pochi che spiega anche come farlo.
    Attenzione molte cose per come siamo noi culturalmente sembrano utopie, ma io so, e mi convinco che è la strada è quella giusta.
    Si arriverà al punto di congestione della politica, si arriverà al punto in cui sarà necessaria una rivoluzione siciliana, io faccio tesoro e non mi vergogno ad apprendere le tue proposte e per quanto di mia competenza cercherò di realizzarle, anche in ambito locale.
    Anzi oso dirti di più, sono convinto che alla fine Mirabella avrà propri rappresentanti al Parlamento Regionale, spero che le tue idee per il bene della Sicilia possano diventare proposte di legge, con la nostra autonomia regionale possiamo realmente cambiarlo il volto della nostra terra.
    Con la defiscalizzazione dei prodotti petroliferi, oltre a quello sino a qui descritto bene da te, (non si può solo morire di petrolio, ma è venuto il momento di pensare a vivere di petrolio) si può fare qualcosa di importante per tutti noi.
    Esempio – Benzina max. 0,80 cent, benzine agricole e nafta cherosene, al prezzo finito di estrazione e raffinamento.
    Immaginiamo i benefici dei cittadini tutti e non solo Siciliani, i benefici e gli impulsi all’agricoltura, alla zootecnia e alla pesca; finalmente i prodotti ortofrutticoli che da Vittoria andranno a Milano e fuori dall’Italia avranno lo stesso costo o addirittura meno degli stessi prodotti che dal mercato ortofrutticolo di Fondi (Latina) raggiungono le stesse destinazioni.
    Immaginiamo ancora di più i benefici e gli impulsi al turismo quando venendo in Sicilia in aereo costerà anche in prima classe e per tutte le compagnie aeree internazionali costerà poco anzi pochissimo.
    Ecco, ancora buon lavoro, e l’augurio per tutti noi che queste idee-progetti non rimangano al solito semplici parole che nessuno apprezza.

    http://www.giuseppegiustolisi.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...